eBook Andrea Corona Ñ Giochi «ringhistici» Perché il professional wrestling Ñ

Scopo di Giochi ringhistici è dimostrare che il professional wrestling è il gioco par excellence in quanto costruito su delle storie che non sono né completamente vere né completamente finte In esse si trova piuttosto proprio una compenetrazione di realtà e finzione verità e menzogna consapevolezza e inconsapevolezza predeterminazione e caso I contendenti degli incontri nonché i protagonisti delle storie sono i lottatori da spettacolo che recitando un copione come in una sorta di fiction televisiva interpretano dei ruoli precisi Per conseguire il suo obiettivo l'autore consulta i saggi di alcuni tra i più autorevoli semiologi sociologi linguisti ludologi e filosofi del Novecento che hanno analizzato la natura del gesto nel gioco specie quando questo si trova al limite tra realtà e finzione serietà e scherzo agonismo e violenza e del suo riferimento capace di spaziare dalla condivisione più totale ad una semplicemente parziale e dunque quando la lettura del gesto va da una completa intelligibilità alla più spiazzante ambiguitàScopo di Giochi ringhistici è dimostrare che il professional wrestling è il gioco par excellence in quanto costruito su delle storie che non sono né completamente vere né completamente finte In esse si trova piuttosto proprio una compenetrazione di realtà e finzione verità e menzogna consapevolezza e inconsapevolezza predeterminazione e caso I contendenti degli incontri nonché i protagonisti delle storie sono i lottatori da spettacolo che recitando un copione come in una sorta di fiction televisiva interpretano dei ruoli precisi Per conseguire il suo obiettivo l'autore consulta i saggi di alcuni tra i più autorevoli semiologi sociologi linguisti ludologi e filosofi del Novecento che hanno analizzato la natura del gesto nel gioco specie quando questo si trova al limite tra realtà e finzione serietà e scherzo agonismo e violenza e del suo riferimento capace di spaziare dalla condivisione più totale ad una semplicemente parziale e dunque quando la lettura del gesto va da una completa intelligibilità alla più spiazzante ambiguitàScopo di Giochi ringhistici è dimostrare che il professional wrestling è il gioco par excellence in quanto costruito su delle storie che non sono né completamente vere né completamente finte In esse si trova piuttosto proprio una compenetrazione di realtà e finzione verità e menzogna consapevolezza e inconsapevolezza predeterminazione e caso I contendenti degli incontri nonché i protagonisti delle storie sono i lottatori da spettacolo che recitando un copione come in una sorta di fiction televisiva interpretano dei ruoli precisi Per conseguire il suo obiettivo l'autore consulta i saggi di alcuni tra i più autorevoli semiologi sociologi linguisti ludologi e filosofi del Novecento che hanno analizzato la natura del gesto nel gioco specie quando questo si trova al limite tra realtà e finzione serietà e scherzo agonismo e violenza e del suo riferimento capace di spaziare dalla condivisione più totale ad una semplicemente parziale e dunque quando la lettura del gesto va da una completa intelligibilità alla più spiazzante ambiguità